Serie A1: si decide tutto alla quarta prova

È stato un sabato amaro il 15 novembre, giorno in cui il nostro team di Serie A1 ha affrontato la 3^ prova di campionato nel palazzetto dello sport di Biella. Amaro perché non è andata come si pensava questa penultima prova: non tanto per il 9° posto di giornata - e di conseguenza in classifica generale - ma per quella finora non definita possibilità della retrocessione che ora si fa un po' più concreta...

Eppure in terra piemontese le nostre ragazze erano arrivate cariche e decise di fare bene, trascinate anche dalla nostra (bielorussa) Melitina che proprio sabato ha festeggiato il suo 21° compleanno!

Anche questa volta è toccata a Nicole Piredda aprire le esecuzioni per la nostra squadra: un corpo libero emotivamente coinvolgente, deciso e pulito che però per la giuria non vale più di 13,900. Alla fune Linda Vecchiato invece porta a casa un buon 12,500 con una performance sicura e ricca di maestrie. Al cerchio, la giovane Giorgia Remartini svolge un esercizio brioso e preciso per una nota finale di 12,450. Alla palla poi, una splendida Melitina Staniouta incanta ancora una volta gli spettatori con l'originalità e la bravura che la contraddistingue. Un ottimo 17,600 per una delle performance più belle di tutta la gara. Rientra in pedana alle clavette Linda Vecchiato che si migliora con un esercizio d'esperienza che guadagna un buon 13,050. Chiude al nastro una Martina Matteucci un po' giù di tono ma che porta dignitosamente a termine la sua prova. Il punteggio di 11,700 fa arrivare la squadra al punteggio totale di 81,200 a soli 0,20 dall'8a classificata e a 0,45 dalla 7a.

Inutile dire che per quei pochi decimi adesso tattiche e strategie potrebbero non servire più a niente...

Tra due settimane, sabato 29 novembre, ad Arezzo ci sarà la finale di campionato e solo allora sapremo il verdetto. C'è chi ci da già per spacciate ma se davvero la speranza è l'ultima a morire, rimaniamo aggrappate a quel sottile ma piacevole sogno che è la salvezza. Solo allora potremo piangere per la sconfitta o versare lacrime di gioia. Fino ad allora è giusto crederci. 

Una delle nostre atlete scrive così della prossima prova: "ci metteremo il cuore fino alla fine perché questo è quello che sappiamo fare meglio".

E allora forza, a testa alta verso la finale. Con la grinta, la determinazione e (ovviamente) il cuore. Ci saremo anche noi, con voi e per voi a lottare per quel sogno: 100% Nervianese!

 Biella 2014 Melitina

 Classifica aggiornata