Si apre la Serie A, la Nervianese chiude settima!

La prima giornata di campionato, disputata sabato 19 ottobre a Desio, ha visto vincere per la “A1” le campionesse in carica dell’Armonia d’Abruzzo, seguite dalle atlete di casa della S. Giorgio e dalle ginnaste di Fabriano. Le nostre hanno invece conquistato un ottimo 7° posto che vale 12 punti speciali utili alla classifica finale che decreterà campioni, retrocessioni e salvezza.

Bene quindi la prima prova che ha visto scendere in campo al corpo libero una grintosissima Nicole Piredda. Nicole ha presentato una composizione molto originale accompagnata da un rockeggiante tango che le ha fatto guadagnare una delle note più alte di giornata per espressione e composizione. 12,700 per lei e una buona base per fare ancora meglio! Alla fune, Arianna Armida, spedita e decisa verso l’obiettivo, ha concluso una buona prova che ha contribuito con il punteggio di 12,150 al successo della squadra. Elegante come sempre la performance di Linda Vecchiato al cerchio che, nonostante l’infortunio alla caviglia, è riuscita a portare a termine l'esercizio in modo esemplare e a guadagnare un bel punteggio (13,150). La veterana Martina Matteucci, che nella prima giornata era impegnata a palla e nastro, ha usato tutta la sua esperienza per fare bene entrambe le prove confezionando un espressivo e coinvolgente esercizio alla palla (14,100) e una performance al nastro precisa e convincente (13,150). Infine, ma come si suol dire "the last but not the list", anzi… alle clavette la splendida Melitina Staniouta, testa di serie della nazionale bielorussa e bronzo mondiale a Kiev, con un esercizio complesso, entusiasmante e preciso ha lasciato tutti a bocca aperta. E a gara conclusa il punteggio più alto di giornata è proprio il suo! Grazie all'impegno di tutte il punteggio di squadra è di 83,350. Soddisfatte le tecniche Letizia Barzacca, Laura Buzzetti, la coreografa Olga Kourbatova e il Direttivo che era presente in tribuna per sostenere le ragazze insieme a un animato gruppo di tifosi.

A Desio le nostre ragazze hanno messo il cuore e la grinta di chi vuole dimostrare che essere in A1 è il risultato di una squadra che lavora e guarda verso un’unica direzione: confermarsi tra le dieci squadre migliori d’Italia. Buona la prima, ma la seconda prova (sabato 2 novembre ad Arezzo) non sará certo una passeggiata: l'obiettivo è mantenere il risultato. Il must sarebbe migliorarlo, ma teniamo ben saldi i piedi per terra perchè ci vuole una base solida per saltare e riuscire a volare. Il segreto rimane sempre lo stesso: crederci, e noi lo faremo con voi.

Desio 2013
Desio 2013
Desio 2013