E finale al fotofinish sia!

3^ prova Serie A2 Cioccolato sì, però non così dolce come ci si poteva aspettare… Ma quello amaro, il fondente, è più concentrato e riesce a darti la carica per ripartire. È stata un po’ così l’avventura in terra Perugina della nostra prima squadra nella terza prova del Campionato di Serie A2. C’erano grandi aspettative e tanta voglia di fare bene da parte delle nostre ragazze e dello staff e così è stato: il loro 100% ce l’hanno messo anche stavolta, agguerrite e decise verso un obiettivo per ora ancora sperato.

Come per la seconda prova, anche a Perugia ha aperto le danze Giorgia Remartini al corpo libero che ha guadagnato un buon 22,500 con un esercizio preciso e ben eseguito. Alla fune Arianna Armida ha trascinato tutti nella sua performance ricca di lanci, salti e saltelli ottenendo 23,250 e dando così una sferzata di grinta alle sue compagne. Anche Martina Matteucci al cerchio ha presentato un esercizio molto complesso e determinato. La fantasista del gruppo ha portato a termine un bell’esercizio da 23,725. Non ci sono più parole invece per descrivere la prova alla palla di Liubou Charkashyna, coinvolgente e superlativa come è solita essere, la stella di Minsk ha colpito ancora guadagnando un granitico 27,750. Alle clavette è ancora Arianna che, vinta l’emozione della fune, ha ultimato una grintosa performance centrando così un’ottimo 23,125. Conclusione in bellezza per la trascinatrice Sarah Corvo che con un potente nastro da 23,575 ha sigillato il 143,925 di squadra e fa ben sperare per la classifica generale.

Solo l’Ardor Padova e la Ginnastica Terranova scombussolano un po’ i piani: la prima ha “giocato” il doppio esercizio della ginnasta straniera scalando la classifica, mentre la seconda, a sorpresa, è riuscita a piazzarsi sul secondo gradino del podio. Al terzo posto la nostra diretta avversaria, La Fenice di Spoleto, che non riesce a sfruttare il sostegno del pubblico di casa andando più su. Ed eccoci, per la prima volta quest’anno, ai piedi del podio, in un posto che proprio non ci rispecchia.

All’ultima prova, sabato 1 dicembre a Desio, ci serve un altro 100%, siamo ancora prime in classifica generale e dobbiamo mantenere il distacco se non vogliamo essere bocciate…

Sgranchite le gambe ragazze, ci sono dei gradini da risalire. Pronte per l’ultimo round?