Serie A2 Prima prova di campionato: IL PRIMO SERVITO!

SonBiella 2012 - prime classificateo passate poche settimane da quando la Ritmica Nervianese ha offerto come antipasto la sua pizza speciale a tutti i partecipanti del Golden Age Gym Festival, ed ecco arrivare, il gustoso primo (posto) nella prova d’esordio del campionato di Serie A2.

Sabato, a Biella, le atlete della prima squadra (Nicole Piredda, Giorgia Remartini, Martina Magistrelli, Martina Matteucci, Sarah Corvo, Arianna Armida e la bielorussa Liubou Charkashyna) hanno dato prova delle proprie capacità lottando con caparbietà e passione per cercare di riprendersi una rivincita che ancora lascia un po’ di amaro in bocca.

È stata davvero brava la piccola Nicole al corpo libero (22,100), la prima della squadra a scendere in campo. Non è facile affrontare brillantemente la pedana della massima serie fianco a fianco con le stelle della ritmica e tutti gli occhi puntati addosso: esplosiva, com’è solita essere nei suoi esercizi, ha portato a termine una bella prova. Alla fune, Arianna – la veterana del gruppo – ha trascinato gli spettatori in un esercizio dinamico e convincente che le ha permesso di raggiungere il punteggio di 23,750. Davvero buoni i primi due esercizi, ma sappiamo bene che il 3 è il numero perfetto, soprattutto se è Liubou, non a caso bronzo olimpico a Londra, ad “occupare” questo posto. Un cerchio da togliere il fiato, una poesia composta sulla musica che, parola dopo parola, nota dopo nota, ti riempie il cuore da quanto è bello. Averla vista alle olimpiadi in tv era stato emozionante, ma dal vivo è indescrivibile! Dopo il capolavoro al cerchio (28,100) tenere alta la media diventa una missione che Martina, a palla e nastro, prende alla lettera. Incredibilmente decisa a non perdere la concentrazione va dritta verso la meta eseguendo due esercizi precisi ed eleganti che lasciano spazio solo ad applausi, e i suoi punteggi - 24,050 alla palla e 23,525 al nastro - non possono che confermarlo. Tra palla e nastro fanno capolino le clavette di Sarah che gioca con la forza di gravità lanciandole continuamente. I lanci recuperati sapientemente e le originalità presentate mostrano tutta la sua esperienza con questo attrezzo (22,900). L’abbraccio liberatorio con compagne e allenatrici ci regala una speranza che scoppia in un boato quando “the voice” Fabio Gaggioli annuncia a gran voce il totale di squadra (144,425).

Sarà stato il nuovo striscione a portare fortuna in questa prima prova di campionato? Sicuramente no. Quel “100% nervianese” non è altro che la conferma che l’unione fa la forza, che se ci si mette il cuore e la grinta tutte insieme si riuscirà ad arrivare all’obiettivo; ripetersi sarà ancora più dura, ma crediamoci, perché insieme si può. Sempre.

E allora, forza ragazze, Chieti vi aspetta!