fgi        fgi

 

 

Ci trovi anche su...

fb
  

Entra a far parte del gruppo Ritmica Nervianese anche su Facebook...ed invita più amici che puoi! Più siamo e più ci divertiamo!

 

Nel campionato delle stranezze, una sola certezza: NERVIANESE C'E'... E CI RIMANE!! Stampa E-mail

Sabato 6 dicembre a Foligno, si è concluso con un 5° posto in classifica generale il campionato di Serie A2 della Ginnastica Ritmica Nervianese. Dopo ben 4 prove, in cui si è visto proprio di tutto, la Nervianese è riuscita ancora una volta a rimanere nell'elite della ginnastica ritmica italiana.

 Foligno: finale campionato Serie A2

Grande soddisfazione da parte delle tecniche per il rendimento e le prestazioni della squadra: Clarissa Uslenghi al corpo libero, Giulia Mora alla fune, Soraya Monza a cerchio e clavette e Aleksandra Solovyeva a palla e nastro. Riserve in quest'ultima prova: Martina Matteucci, Arianna Armida e Ilaria Castanò.

Per l'ennesima volta, però, la bravissima ginnasta russa in forza alla Nervianese per questo campionato, non è stata ripagata per gli ottimi esercizi svolti: nell'esercizio alla palla, eseguito in maniera veramente impeccabile, ha ottenuto un misero 15.875, punteggio che non soddisfa affatto la società e il team russo.

Il punteggio di Sasha, infatti, è stato addirittura superato da quello di alcune ginnaste italiane junior... è impensabile che atlete di questo calibro (che partecipano a competizioni internazionali e fanno parte dei centri olimpici federali d'appartenenza) possano ricevere un simile trattamento!

Letizia Barzacca commenta così questo campionato: "Sono stati due mesi faticosi, e devo ringraziare tutte le mie ginnaste per la dedizione e la passione per questa disciplina, per l'ottimo lavoro svolto e preparato nell'ultimo anno, e per tutti i sacrifici che hanno dovuto affrontare. Tutte loro in pedana hanno dato il meglio e, sono sicura, ne sono soddisfatte. Mi dispiace per Aleksandra che, nonostante sia una ginnasta con un grande talento e una bravura innata, non ha visto ripagato il suo lavoro qui in Italia. Sono sicura però che si riprenderà le sue soddisfazioni nelle competizioni internazionali che l'attendono! Glielo auguro di cuore!".

Anche le ginnaste, le vere protagoniste di questa Serie A, vogliono farci sapere il loro pensiero: "Essendo stata la mia prima Serie A - commenta Clarissa - non è stata un'esperienza emozionante... di più! E anche se credo di non essere un tipo di persona che si agita facilmente prima di scendere in pedana, devo dire che questa volta l'agitazione mi ha sorpresa: si è fatta sentire eccome! Comunque, risultati a parte, è stata un'esperienza incredibile, che non dimenticherò mai!".  

Ecco invece il pensiero di Arianna: "Questo mio primo campionato di Serie A è stato bello, emozionante e divertente, anche se, bisogna dirlo, la tensione non manca mai! Il lavoro di preparazione in palestra è stato tanto e intenso e mi dispiace che, specialmente per alcune compagne di squadra, non sia stato ripagato appieno. Quest'esperienza ci è servita per crescere e, cosa più importante, per consolidare il nostro rapporto di squadra!".

"Come hanno detto le mie compagne - aggiunge Giulia - è stata una serie A molto bella, l'impegno è stato tanto anche se non siamo state ripagate giustamente... ci siamo allenate molto in questi ultimi due mesi! Al momento di scendere in pedana l'agitazione è arrivata alle stelle, ma tutte siamo riuscite a tenere testa in pedana. Dobbiamo ringraziare anche Sasha, perchè il suo impegno e la sua eleganza ci è stata d'esempio, ma anche perchè ha contribuito al nostro successo!" 

Anche Soraya rincara la dose: "Concordo con Arianna e Giulia nel dire che la Serie A è stata molto bella e divertente anche se speravo durasse di più! La preparazione e l'attesa sono state così intense che quando finalmente il momento è arrivato quasi non ce ne siamo accorte"

"Tutte per una, una per tutte! - esordisce Martina - E' questo il motto che ci ha accompagnate in questo campionato, aiutandoci ad essere sempre più unite tra noi. Anche per me, primo anno in questo campionato di prestigio: la tensione si è fatta sentire e mi ha fatto commetere qualche errorino di troppo... fortunatamente non sono una che si scoraggia facilmente e sono riuscita ad affrontare le prove successive nel modo migliore! L'organizzazione, il pubblico e il tifo hanno reso questa competizione diversa dalle altre, riuscendo a trasmettere emozioni che nessun'altra gara era riuscita a darmi. Quest'anno poi - continua Martina - ho avuto l'onore di gareggiare al fianco della giovane stella nascente Aleksandra Solovyeva: è anche grazie al suo impegno che siamo riuscite a tenere alto il nome della nostra società! Infine vorrei ringraziare calorosamente le nostre allenatrici - si fa portavoce Martina - Letizia, Amalia e Olga (la nostra coreografa): è solo grazie al loro aiuto che siamo riuscite ad affrontare questo difficile campionato e spero siano soddisfatte di tutte noi, di quanto ci siamo impegnate e di come abbiamo lavorato in pedana... perchè noi ce l'abbiamo messa davvero tutta!".

Chiudiamo un anno di duro lavoro, e ne apriamo un altro con la stessa carica e la voglia di fare bene di quello appena trascorso... anche se abbiamo capito che, a volte, non conta solo quello! 

 
< Prec.   Pros. >
© 2017 Ritmica Nervianese
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.